Guida CDU
 
19 GenGuide

 

Certificato di destinazione urbanistica: in quali casi è necessario?


Il Certificato di Destinazione Urbanistica (o CDU) è uno dei documenti necessari quando si stipula un atto di compravendita avente ad oggetto un terreno.

Al momento del rogito, o già in fase preliminare, il notaio è infatti obbligato, tra i vari documenti fondamentali, a richiedere il Certificato di Destinazione Urbanistica, se nel trasferimento di proprietà è incluso un terreno, con alcune eccezioni.

A cosa serve e chi rilascia il Certificato di Destinazione Urbanistica? È sempre necessario? Scopriamolo insieme in questa breve guida.

Certificato di Destinazione Urbanistica: cos’è

Il Certificato di Destinazione Urbanistica è un documento rilasciato dalla pubblica amministrazione, contente tutte le prescrizioni urbanistiche che riguardano un’area o un’immobile. Attraverso tale documento, l’ente comunale certifica la destinazione urbanistica di un determinato terreno, in base al piano regolatore generale e comunale.

Nello specifico, il Comune certifica se la particella di terreno, per cui è stato richiesto il rilascio del Certificato di Destinazione Urbanistica, abbia destinazione agricola oppure sia a destinazione edificabile. In questo modo, saranno chiare al proprietario le normative applicabili e i suoi diritti e doveri, come il divieto di edificare nel caso di un terreno agricolo.

Il Certificato di Destinazione Urbanistica è previsto sia per i terreni agricoli sia per quelli edificabili.

Certificato di Destinazione Urbanistica: quando è necessario?

L’obbligo di allegazione del Certificato di Destinazione Urbanistica è previsto per gli atti tra vivi (sia a titolo oneroso, come gli atti di compravendita, sia gratuito, come la donazione).

Come già evidenziato, il CDU è necessario quando viene perfezionato un atto avente ad oggetto un terreno, pena nullità dell’atto stesso.

Esiste tuttavia un’importante eccezione prevista dalla normativa: non è prevista l’allegazione del Certificazione di Destinazione Urbanistica quando il terreno costituisce la pertinenza di una casa, purché la superficie totale di tale pertinenza sia inferiore a 5000 metri quadrati.
Se, quindi, il terreno è pertinenza di una casa ed ha una dimensione inferiore a 5000 mq, non si richiede il CDU.

Certificato di Destinazione Urbanistica: dove reperirlo, tempistiche e durata

Il Certificato di Destinazione Urbanistica viene rilasciato dal Comune ed è redatto dal reparto tecnico di competenza comunale.

Le tempistiche di rilascio non sono immediate. Il responsabile del relativo ufficio comunale ha infatti 30 giorni di tempo dalla ricezione della richiesta. Si consiglia pertanto di presentare le richieste con largo anticipo rispetto alla data di utilizzo. La richiesta del CDU può avvenire sia presso gli uffici comunali, sia online in modalità telematica. In caso di mancato rilascio nel termine previsto, il certificato può essere sostituito da una dichiarazione dell'alienante o di uno dei condividenti attestante l’avvenuta presentazione della domanda.

Il Certificato di Destinazione Urbanistica è valido per un anno dalla data di rilascio se non siano intervenute modificazioni degli strumenti urbanistici. I costi di rilascio annoverano due marche da bollo da 16 euro e il pagamento dei diritti di segreteria.

 

« Torna all'archivio

Scegli come vendere casa
con noi puoi rilassarti
a ZERO PROVVIGIONI
.

 

© 2022 - Mediem Agency S.r.l. - V.le Beatrice d'Este 3/a - Milano - Cap. Soc. € 10.000 i.v. - P.IVA, C.F., R.I. di MI 08859990155 - REA di MI 1251042 - Privacy Policy - Cookie Policy