Millesimi Condominilai
 
15 NovGuide

 

Millesimi condominiali: cosa sono e come si calcolano?


Abitare in un condominio vuol dire condividere con gli altri abitanti dello stabile diritti e doveri, che sono proporzionali al valore del proprio immobile. A questo scopo si utilizzano i millesimi condominiali: una sorta di unità di misura della proprietà condominiale, utile a stabilire numericamente la quota – proporzionale al valore del bene di cui ciascun condomino è titolare – in rapporto all’intero stabile in cui l’appartamento è ubicato.

In questa guida, approfondiremo cosa sono i millesimi condominiali e come si calcolano.

Millesimi condominiali: cosa sono?

Si parla di millesimi condominiali perché, per convenzione, all’intero condominio viene attribuito il valore 1000 e la proprietà di ciascun condomino è espressa con riferimento a tale valore complessivo.
In altre parole, i millesimi sono l’unità di misura della proprietà all’interno di un condominio.

Pertanto, se il condominio complessivamente ha un valore di 1000/1000, i vari appartamenti avranno ad esempio un valore di 60/1000, 110/1000, 115,2/1000, ecc.

In base all’articolo 1118 del codice civile, il diritto di ogni condomino è calcolato in base ai valori millesimali.

Le tabelle millesimali

Ma come vengono attribuiti tali valori? L’entità del contributo di ciascun condomino nella ripartizione delle spese sui beni comuni e il suo “peso” nelle delibere assembleari viene stabilito tramite le tabelle millesimali.

Le tabelle millesimali principali solitamente sono:

1. tabella generale (anche detta “tabella A”),

2. tabella per le scale e (anche dette “tabella B”)

3. tabella per l’ascensore (anche detta “tabella C”).

4. tabella per il riscaldamento (anche detta “tabella D”).

Le tabelle millesimali assolvono diversi scopi:

a) rappresentano la misura dei diritti di ciascun condomino sulle parti comuni del condominio;

b) sono lo strumento tramite il quale avviene la ripartizione delle spese condominiali;

c) sono un parametro a cui si fa riferimento per stabilire i quorum assembleari, costitutivi e deliberativi.

Le tabelle millesimali sono un documento allegato al regolamento di condominio. Sono obbligatorie quando il numero di condomini è superiore a dieci.
Nel caso di assenza delle tabelle, il condomino dovrà partecipare comunque alle spese in base al valore del proprio immobile.

Come si calcolano i millesimi condominiali?

Il calcolo e la redazione delle tabelle millesimali prevede solitamente l’intervento di un tecnico specializzato, che suddividerà il condominio nelle sue unità, verificherà i vani di ciascuna unità e analizzerà le caratteristiche delle singole unità immobiliari per la ripartizione dei millesimi:

• La superficie;

• Il volume;

• I balconi;

• Terrazze a livello;

• Pertinenze esclusive: giardini, verande.

Una volta considerati questi aspetti si applicano i coefficienti di riduzione, riferiti alla superficie dei singoli ambienti, in modo da ottenere la superficie virtuale e attribuire ad ogni appartamento la propria quota millesimale.

 

« Torna all'archivio

Scegli come vendere casa
con noi puoi rilassarti
a ZERO PROVVIGIONI
.

 

© 2022 - Mediem Agency S.r.l. - V.le Beatrice d'Este 3/a - Milano - Cap. Soc. € 10.000 i.v. - P.IVA, C.F., R.I. di MI 08859990155 - REA di MI 1251042 - Privacy Policy - Cookie Policy